I Cartigli


Il nome del faraone


Il faraone era dotato di un titolo regale, che consisteva in cinque grandi nomi. Il primo era il "nome di Horus" (tradizionalmente, il dio dinastico), preceduto dal serekh dello stesso Horus, un disegno rettangolare rappresentante la facciata del palazzo reale, al cui interno era scritto in caratteri geroglifici il nome del faraone e sul quale era appollaiato il dio in forma di falcone.Il segno formato dal cobra e dall’avvoltoio era il nome geroglifico degli dei Dames, Nekhbet e Uadjit, gli dei e dee protettori dell’Alto e del Basso Egitto. Seguiva il nome di "Horus d'oro", preceduto dal geroglifico di Horus al di sopra di un monile in oro, la cui interpretazione è oggi ancora incerta.Si chiama "prenome" il nome portato dal faraone in quanto re dell’Alto e del Basso Egitto; era preceduto dal giunco e dall'ape, plantes araldiche dell’Alto e del Basso Egitto, iscritto all’interno di un cartiglio. Solo alla fine era indicato il nome di nascita, preceduto dalla menzione "figlio di Ra", iscritto anch’esso in un cartiglio; si tratta del nome con il quale noi designiamo "confidenzialmente" ogni sovrano: Tutankhamon, Ramesse ecc

I CARTIGLI PIU' FAMOSI

Akhenaton
A. Magno
Amenofi III
Cleopatra
Hatschepsut
Chefren
Cheope
Micerino
Montuhotep I
Narmer
Osorkon
Pepi I
Ramsete II
Ramsete III
Ramsete IV
Ramsete IX
Sahure
Sesostri I
Sesostri XI
Seti I
Snefru
Tutankhamon
Thutmosi III
Thutmosi IV
Thutmosi I
Thutmosi II
Tolomeo
Traiano
Unas
Djoser