Narmer




Secondo Manetone la civiltà egiziana inizia con l'unione delle due terre, il Basso e l'Alto Egitto governate  da un unico sovrano. La data a cui si fa riferimento per questo periodo, generalmente accettata, è intorno al 3.100 a.C. L'antica tradizione egiziana vuole che sia stato Menes a riuscire nella grande impresa. Da adesso in poi tutti sovrani regneranno sull'Alto e sul Basso Egitto ed uno dei molto nomi usati per "Egitto" sarà "Due Terre" che riflette l'originaria dualità dell'Egitto. Malgrado l'unificazione gli egiziani manterranno sempre durante la loro lunga storia questo senso di dualità e i nomi che diedero al loro paese lo confermano: "Il Nord ed il Sud", i "Due Sacrari" ...Menes deve essere stato un grande sovrano ed a lui è accreditata anche la fondazione di una nuova città Menfi che sarà capitale dell'Egitto per la maggior parte della storia egiziana. Sfortunatamente fonti datate al periodo dell'unificazione non ci danno nessuna notizia di un re chiamato Menes e così non siamo in grado di confermare l'esistenza di questa apparente figura leggendaria. Questo è dovuto anche dal fatto che durante quel periodo il nome reale ( nome Horo ), era differente dal nome proprio del sovrano e i documenti ufficiali contemporanei menzionano solo il nome Horo mentre le liste reali ritrovate menzionano solo il nome proprio. L'identificazione di Menes con uno dei sovrani archeologicamente attestati del Periodo Predinastico è ancora oggetto di discussione tra i vari egittologi da lungo tempo e sembra non essere stato ancora risolto : alcuni identificano Menes con Narmer, altri con il probabile successore di Narmer, Aha e altri Menes soltanto come una figura leggendaria.


  Articoli correlati: