La tavolozza di Narmer


Museo Egizio, Il Cairo
 
Si tratta di una tavoletta di scisto che riproduce, in dimensioni maggiori, quelle che si usavano per ridurre in polvere (battendovi con un pestello) i minerali adatti a produrre il belletto per gli occhi. Si assegnava così a un oggetto di uso pratico una funzione simbolica. Sulla tavoletta si trovano concentrate tutte le convenzioni di raffigurazione bidimensionale e i temi che caratterizzeranno, celebrandola, la figura del sovrano e le sue funzioni di garante dello stato nelle età successive.


Su di un lato, difatti , il re che si denomina HORO-NARMER domina il campo nell'atto di abbattere un nemico che afferra per i capelli. In questa scena il re indossa la corona emblematica dell'Alto Egitto, mentre sull'altro lato della tavoletta, il lato con la cavità per l'uso, egli nel registro superiore ispeziona i cadaveri dei nemici abbattuti, indossando la corona del Basso Egitto. Questo documento è stato considerato celebrativo di un evento fondamentale, che potrebbe essere l'unificazione dello stato.