L'enigma di Menes

Secondo la tradizione storiografica a noi pervenuta, Menes fu dunque l'unificatore dell'Egitto e il fondatore della I dinastia.Nelle principali liste di re (eclusa quella di Saqqara) che ci provengono direttamente dall'Antico Egitto, egli viene infatti citato come il primo sovrano. Tuttavia, non sappiamo esattamente con quale dei re a noi noti grazie alle scoperte archieologiche egli andrebbe identificato. Menes potrebbe essere non un personaggio realmente esistito, ma una figura mitologica; potrebbe trattarsi di una specie di titolo onorifico, derivante dal nome di un antico sovrano effettivamente esistito e passato alla leggenda; oppure- considerando che ciascun re dellantico Egitto aveva molti appellativi diversi- potrebbe essere il nome alternativo di Narmer o del suo successore, Aha. Le antiche fonti egizie non ci forniscono comunque informazioni storicamente attendibili sul suo regno. Sarà soltanto con alcuni autori greci che si inizieranno ad avere alcune notizie (o leggende?) relative a questo re. Secondo Erodoto, per esempio, Menes avrebbe fatto costruire degli argini per deviare il corso del Nilo nel Nord dell'Egitto. Sulla terra bonificata avrebbe quindi edificato la città di Menfi e il suo tempio principale, dedicato al dio Ptah, protettore degli artigiani.